mercoledì 24 ottobre 2012

TERZO GIORNO SCIOPERO



Pensieri scompigliati

Mezzo cappuccino a colazione, 350 calorie a pranzo, a cena vedrò, acqua.
Buon appetito ai Ministri, ai parlamentari e politici, agli assessori e consiglieri regionali, a Napolitano e Monti,  e anche al presidente Melazzini che ha dichiarato ieri che per i malati di sla va tutto bene.
Io non me ne ero accorta, non sapevo neppure che nel Lazio i malati ricevono regolarmente  assegni di cura, e lo stesso in Lombardia, non mi sembra abbia citato altre regioni,si vede che tutto va bene. Già ha detto anche che i malati di sla hanno avuto 100 milioni.
Mi metto nei panni di un normale ascoltatore: vedo un signore educato che parla con aria serena, che è malato di sla, che dice che i malati hanno gli aiuti economici, che sorride e sarà il futuro assessore alla Lombardia....Mi dico va beh, non è poi così terribile questa malattia, perché allora fanno sciopero? Ma allora quel ragazzo che ha parlato prima di lui ha esagerato!
Caro Luka, non te la prendere, noi sappiamo come stanno le cose, e poi noi facciamo lo sciopero anche per altre malattie, non solo per la sla .Ma certamente il dott. Melazzini non lo sa, come forse non sa di quanti malati sla non hanno niente, ma proprio niente
Siamo al terzo giorno, per ora non ho difficoltà , ma sono tutti preoccupati, famiglia e amici e il medico che proprio non approva!
Ma io vado avanti perché siamo in tanti, abbiamo coraggio e carattere per mostrare che non siamo solo disabili ma persone con disabilità,  e come persone non rinunciamo alla nostra dignità, a nessun prezzo.
Domani, 4 giorno!

Laura Flamini

3 commenti:

  1. Cara gli assegni di cura in Lazio non ce l'hanno tutti! C'è chi sta combattendo per averlo, c'è perfino chi non ha fisioterapia "perchè non collabora"(sic!) Siete grandi Non è una protesta, ma un dialogo di convincimento per il Governo, il Parlamento e le Regioni!
    Ciao
    Mina

    RispondiElimina
  2. Cara Laura. Io non sono malato di SLA ma sono veramente preoccupato per voi. Non vi fate male, per carita'!!! Io vorrei vedere la vostra protesta su tutti gli organi di stampa. Invece non la vedo se non nelle retrovie! Fatevi sentire! Facciamoci sentire!!!

    RispondiElimina
  3. A proposito dei 100 milioni di euro per i malati di Sla. In Veneto non hanno ancora erogato nulla dei 7,8 milioni di disponibilità. Ho visto la delibera della giunta regionale ed è meglio così: la quota più rilevante dovrebbe essere spesa per la "formazione" dei famigliari, per la formazione ... Ma quando avrò tempo di partecipare alla loro formazione. La formazione me la sono già fatta, con l'aiuto del medico di famiglia, degli infermieri dell'Adi, un po' alla volta, mano a mano che la malattia di mia moglie si aggravava. E mi vengono a parlare di formazione. Le associazioni chiedono di modificarla ma è tutto fermo: si tengono i soldi in cassa.
    A proposito di fisioterapia. Nella mia Ulss, la 18 di Rovigo, questo servizio per i malati di Sla non esiste (e nemmeno per altri malati). Ci si deve 'arrangiare'; io sono fortunato, conosco una fisioterapista che due volte alla settimana si ritaglia il tempo per venire a casa nostra a sollevare Anna dalla spasticità che la opprime. Quando sento il mega-governatore-galattico-regionale Luca Zaia vantare in televisione la sanità veneta come modello per l'universo mondo mi devo trattenere. Spero che un giorno le persone sviluppino un sesto senso che le aiuti a individuare i millantatori al primo sguardo.
    Sono preoccupato anch'io per quanti sono in sciopero della fame. Fermatevi prima di farvi male. Un abbraccio a voi tutti.

    RispondiElimina