sabato 7 luglio 2012

FINALMENTE QUALCOSA DI EQUO!




A seguito delle battaglie intraprese dal Comitato16 Novembre Onlus per il ripristino del fondo della non autosufficienza per i disabili gravissimi, con soddisfazione adesso possiamo dirlo: “il fondo per l'assistenza ai malati gravi è stato approvato per decreto!!”
Dopo l'incontro con il Ministro Elsa Fornero ed il Sottosegretario Maria Cecilia Guerra il 17 aprile u.s., dopo l'incontro con il sottosegretario Polillo il 7 giugno u.s., in prossimità del nuovo presidio che si terrà a Roma dinanzi al Ministero dell'Economia e Finanze, riceviamo comunicazione scritta dell'accoglimento delle nostre richieste.
Ecco il testo del decreto già firmato dal Presidente della Repubblica:

GAZZETTA UFFICIALE N° 156 DEL 6-7-2012 - ART. 23 COMMA 8
DISPOSIZIONI URGENTI PER LA REVISIONE DELLA SPESA PUBBLICA, AD INVARIANZA DEI SERVIZI AI CITTADINI.
Art. 23 – Comma 8. La dotazione del fondo di cui all’articolo 7-quinquies, comma 1, del decreto legge 10 febbraio 2009, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 aprile 2009, n. 33, è incrementata di 700 milioni di euro per l’anno 2013 ed è ripartita, con decreti del Presidente del Consiglio dei ministri, tra le finalità di cui all’articolo 33, comma 1, della legge 12 novembre 2011, n. 183, come indicate nell’allegato 3 della medesima legge, con esclusione delle finalità già oggetto di finanziamento ai sensi del presente articolo, nonché per interventi in tema di sclerosi laterale amiotrofica e di altre malattie altamente invalidanti, per ricerca e assistenza domiciliare dei malati, ai sensi dell'articolo 1, comma 1264, della legge 27 dicembre 2006, n. 296.

Il COMITATO 16 NOVEMBRE ONLUS  si riterrà soddisfatto solo quando avrà preso visione dell'applicazione pratica del decreto onde evitare, come già successo, disparità di trattamento fra ammalati parimenti gravi.
Sappiamo che sulla cifra, 700 milioni , ci sarà da fare ancora pressione, ci sarà molto da definire ma adesso la base c'è!
Sappiamo bene che non è tutto. Quello per cui abbiamo lottato è molto di più, è l'intero sistema dell'assistenza che va costruito su principi diversi,  sul valore della dignità.
Per questo non abbasseremo la guardia, per questo saremo comunque a Roma il 9 ed il 10 luglio, a dimostrazione che per noi la strada è solo tracciata, che vogliamo sapere come verrà realizzata, quando e con quali criteri.
Il primo impegno il Sottosegretario Polillo l'ha onorato, gliene diamo atto, ma il secondo ancora no: la riunione dei tre Ministeri che dovranno realizzare un piano organico di riforma.
Martedì 10 luglio alle ore 10,30 davanti al Ministero dell'Economia, perché la battaglia non è finita, per dichiarare alla politica che noi non andiamo in ferie e faremo la guardia al fondo stanziato.
La conferenza stampa è confermata. Informare per far conoscere e capire quello che stiamo muovendo sul fronte della disabilità è importante: solo la presa di coscienza dei propri diritti può legittimare le richieste indispensabili per andare avanti con dignità e rispetto.
Per tale motivo il COMITATO 16 NOVEMBRE ONLUS sarà presente a Roma il 9 luglio, come annunciato, per incontrare i dirigenti del MeF e stabilire il criterio di riparto del nuovo fondo per la non autosufficienza. 

Il 10 luglio alle ore 11,00 in Via XX Settembre 97 a Roma, 
davanti al MeF, è indetta una conferenza stampa 
per relazionare sul risultato dell'incontro.

Adesso assaporiamo insieme il gusto piacevole di un risultato affatto scontato, con l'orgoglio di sapere che ci siamo riusciti.

IL COMITATO 16 NOVEMBRE ONLUS

2 commenti:

  1. AMICI IL LAVORO NON E' FINITO ORA LA PARTE PIU' DURA - TENERE LONTANI GLI SPECULATORI E GLI SCIACALLI DAL FONDO NON AUTOSUFFICIENTI - IL FONDO DEVE ANDARE INTEREMANTE ALLE FAMIGLIE E AI DISABILI GRAVI - SENZA INTERMEDIARI !!.
    LE SOMME DEL FONDO DEVONO ESSERE NELLA DISPONIBILITA' DI CHI CURA ED ORGANIZZA L'ASSISTENZA A DOMICILIO DEI PROPRI CARI SIA SOTTO FORMA DI ASSEGNI DI CURA CHE ASSISTENZA INDIRETTA (IO SCELGO L'OPERATORE CHE VOGLIO E LA ASL LO PAGA ) !

    RispondiElimina