lunedì 29 febbraio 2016

LA PAROLA DATA NON CONTA NULLA!!!



COMUNICATO STAMPA

Come volevasi dimostrare anche stavolta hanno preso tempo, non si capisce il perchè. L'Assessore Luigi Arru mi ha chiesto 48 ore, è passata una settimana, gli uffici sono informati da un mese!
Il perchè delle 48 ore? Gli uffici chiedono tempo per verificare, simulare, pianificare la fattibilità di unificare i vari contributi del "ritornare a casa": contributi ordinario, aggiuntivo e straordinario. Forse pensano che siamo cretini, per addetti ai lavori basta leggere e rispondere, cinque minuti.

GLI UFFICI POLITICHE SOCIALI:
Sono composti da un Direttore Generale, costo 140.000 €, da diversi Direttori, costo 100.000 €, molti funzionari, costo 70.000 €, impiegati vari livelli, costo medio 50.000 €. A tutto questo si aggiungano gli oneri assistenziali e previdenziali, anzianità, incarichi aggiuntivi, bonus. Costo totale circa 50 milioni per amministrarne 400. Perchè non studiano queste assurdità!

UFFICIO DI GABINETTO DELL'ASSESSORE:
E' composto da un Capo di Gabinetto, costo 112.000 €, da un consulente, costo 90.000 €, da un segretario particolare, costo 70.000 €, addetto stampa, addetti studi, varie figure, costo totale superiore al milione, questo per tutti gli assessorati. COSA FANNO DI POLITICO? CONTI PER TAGLI!

Ci preoccupa il fatto che dicono che sono pochi, il lavoro è tanto, non possiamo assumere. La verità è che lavorano con metodologie antiche, usano Word come una Olivetti 98, Excel con funzioni elementari. Se fossi sano farei tutte le delibere e i determina da solo, anche con gli occhi farei di più di un funzionario, non perchè io sono bravo, ma perchè i lavoratori regionali non sono preparati. C'è un menefreghismo totale.

Giunti a questo punto ripropongo tutto, voi studiate, vediamo se trovate il tempo per stabilire la fattibilità. Non avete nemmeno spiegato la trovata dei 41 milioni, salvo distorcere 14,7 milioni di fondi nazionali vincolati per tappare buchi di bilancio. ALTRO CHE FONDI EUROPEI!!!

RICHIESTE:
a)      Delibera del piano attuativo del Fondo Nazionale della non Autosufficienza, (FNA). Tale piano dovrà prevedere una quota pari al 50% per i gravissimi, uguale a euro 5.382.000;
b)      Delibera da concordare per i gravi del "ritornare a casa" pari al restante 50% del FNA uguale a 5.382.000 euro. Vi ricordiamo che i fondi nazionali sono aggiuntivi ai fondi regionali, come previsto dal decreto di riparto;
c)      Delibera pari a 4.607.000 euro sottratti l'anno scorso ai disabili gravi, non avete il diritto di utilizzare fondi aggiuntivi per coprire spese correnti. VERGOGNATEVI;
d)      I residui dei gravissimi, circa un milione di euro, vanno integrati al punto "a", sono riservati, non sono utilizzabili per tappare buchi;
e)      Ripristino dei finanziamenti legge 20. Ripristino dei 10 milioni di euro tagliati alla 162/98. Portare il "ritornare a casa" a 45 milioni di euro, nel 2015 avete speso 43 milioni. BASTA CON GIOCHINI CONTABILI!
f)       Delibera per l'unificazione dei contributi ordinario, aggiuntivo e straordinario del progetto "ritornare a casa", pari a euro 47.000, la somma erogata dovrà essere utilizzata per almeno il 90% per l'assunzione di assistenti;
g)      Il contributo della lettera "b" sarà portato a euro 50.000 per i tracheostomizzati, portatori di PEG e tetraplegici, la somma erogata dovrà essere utilizzata per almeno il 90% per l'assunzione di assistenti familiari. I 3.000 euro di incremento saranno finanziati dal FNA gravissimi;
h)      Delibera per i gravissimi uguale al DGR 31.03.2015 n. 13/7, con due modifiche. Portare a euro 18.000 il contributo per i tracheostomizzati, portatori di PEG e tetraplegici. Il contributo dovrà essere utilizzato almeno al 50% per assunzione di assistenti familiari;
i)        L'Assessore si impegna a conguagliare i finanziamenti liquidati o approvati. Dovranno essere ricalcolati dal 01/01/2016;

j)        TABELLA ISEE:
            ISEE fino a euro 40.000 contributo massimo
            ISEE compreso fra euro 40.001 e euro 50.000 contributo massimo decurtato del 5%
            ISEE compreso fra euro 50.001 e euro 60.000 contributo massimo decurtato del 10%
            ISEE compreso fra euro 60.001 e euro 70.000 contributo massimo decurtato del 25%
            ISEE compreso fra euro 70.001 e euro 80.000 contributo massimo decurtato del 35%
            ISEE compreso fra euro 80.001 e euro 90.000 contributo massimo decurtato del 50%
            ISEE compreso fra euro 90.001 e euro 100.000 contributo massimo decurtato del 65%
            ISEE oltre 100.001 contributo massimo decurtato dell’80%

Non mi arrendo, DA OGGI RINIZIO LO SCIOPERO DELLA FAME, DELLA SETE e della terapia in maniera TOTALE, mERCOLedì 02/03/2016 DALLE ORE 11, sarò in viale Trento 69, Cagliari, sarò solo, non per eroismo, ma per opportunità, stiamo preparando una protesta massiccia a breve, se sopravvivo.

A furia di rischiare uno la trova, stavolta sto proprio male, lo sciopero della fame, della sete, della terapia, si fanno sentire.

La morte non mi spaventa, questa volta il Presidente vedrà come muore un vero sardo, sono deciso, se non vogliono fare un eroe, siano intelligenti, recedano dagli intenti, facciano un accordo nell'interesse di tanti disperati, alla faccia di Paci.

Capoterra, 29 febbraio 2016
                                                                                                 Il segretario
                                                                                               Salvatore Usala

1 commento: